4MacDay 2009
 4MacDay 2008
 4MacDay 2007
 4MacDay 2006
 4MacDay 2005
 4MacDay 2004
 4MacDay 2003
 4MacDay 2002
 4MacDay 2001
 4MacDay 2000
 4MacDay 1999
  4MacDay 1998
 4MacDay 1997
 4Pizzata 1996

 

06 Maggio 2001 MacDay 2001
Cronaca di Roberto Rota

E' possibile ingrandire le immagini cliccandoci sopra

Una giornata all'insegna della comune passione per i Macintosh. Non una fiera e nemmeno un evento di natura commerciale: il MacDay è il raduno italiano dei Mac-lover.

Il MacDay nasce come una pizzata tra amici e ne ha conservato lo spirito, anche dopo 8 anni che hanno visto la manifestazione trasformarsi da incontro in pizzeria di poche decine di persone ad evento tale da richiedere un locale apposito, e sicuramente è proprio questo che riesce a fare del MacDay prima di tutto un incontro tra amici, una rimpatriata per le "vecchie glorie" del Mac e un'ottima occasione per chi si è appena affacciato al mondo della mela e vuole stringere nuove amicizie con la stessa passione.

Quest'anno si è tornati alla vecchia formula della pizzata, dopo un paio di edizioni caratterizzate da buffet, e sembrava di essere tornati ai bei tempi! Da tenere in considerazione per le prossime edizioni.
Quest'anno c'è stata un po' meno gente ( elenco partecipanti), sicuramente non per demerito dell'organizzazione ma per lo scarso interesse dimostrato da alcuni ambienti Mac, ma di questo magari ne parlerò in un'altra pagina, non eravamo comunque in pochi ed il divertimento non è mancato, cosa decisamente più importante.
C'erano molti visi nuovi, e sicuramente tutti i partecipanti se ne sono andati con un piacevole ricordo. Per me lo è stato sicuramente.

Prima di passare ad una descrizione della manifestazione, vorrei sprecare due parole per ringraziare la persona che da 8 anni, con una passione smisurata, si dedica all'organizzazione di questa manifestazione.
Non tante cose, solamente un caloroso grazie a Stefano Stefani!
Se il MacDay può essere considerato, senza dubbio di smentita, il principale raduno amatoriale degli appassionati italiani della mela. lo si deve solamente alla sua grande passione.
Stefano è anche il punto di riferimento del Magic Apple Club, dal cui sito nascono parecchie iniziative per i Mac-lover di Modena, Bologna e dintorni.

  Nuovo iBook e Mac OS X

Non poteva mancare l'attesissimo nuovo iBook, portato da Apple Italia, che ha scatenato la curiosità e la bramosia dei presenti!!
Utilizzando lo stesso nuovo iBook , il bravo Roberto Ferrara di Apple italia ha effettuato una dimostrazione di Mac OS X che ha tenuto incollati alle sedie tutti i partecipanti.


  La pizzata ritorno alle origini

Cosa c'è di meglio di una pizza in buona compagnia?
La risposta è: una pizza in buona compagnia con tanti Macintosh sui tavoli, e persino qualche Newton...


  Storia di un owerclock

Avete mai visto come si effettua l'overclock di un nuovissimo Powebook Titanium 400?
Claudio Zamagni, tecnico torinese e simpatico Mac-lover di vecchia data, ce lo ha fatto vedere dal vivo... e vi assicuro che vederlo lavorare con tutti quei saldatori su un PowerBook di quel calibro vi assicuro che vi sarebbero venuti i sudorini freddi anche se il computer non era vostro!
Per la cronaca l'overclock è andato a buon fine, com'era prevedibile, il PoweBook ora gira allegramente alla frequenza di 500 MHz, e non pago il buon Claudio ha reso felici alcuni possessori di iBook vecchia generazione rendendo luminosa la grossa mela del display.
Claudio Zamagni è raggiungibile presso il sito web Data-Project, il suo laboratorio di assistenza torinese, pronto come al solito a far felice altri Mac-lover che vogliono "osare" un overclock o che hanno problemi hardware di varia natura da risolvere.


  Una volta era Mac-evangelismo

C'era una volta (sembra quasi una fiaba) una comunità Mac compatta e allegra che si dava appuntamento, per ritrovarsi e per far bisboccia. Le occasioni di solito erano due, lo SMAU ed il MacDay.
Prima sulle BBS, poi sui siti web, il passa-parola portava a questi due eventi nutrite schiere di Mac-lover da ogni parte d'Italia, ogni anno sempre più numerosem e molti di loro continuano ancora ad incontrarsi ad ogni buona occasione, MacDay compreso.

Allora si faceva Mac-evangelismo, e ci si sentiva un po' snobbati perche' il Mac era costoso, relegato ad utilizzi specifici ed altre motivazioni più o meno fondate. Però non si perdeva occasione per incontrarci, ci si ospitava se qualcuno voleva o poteva fermarsi per la notte, e le notti le si passava a giocare o a bere.

Il MacDay è iniziato più o meno in quel periodo, a Bologna.
Negli ultimi anni il Mac ha cominciato ad avere successo anche in un pubblico più vasto, le comunità di appassionati ed i siti web si sono moltiplicati ed il MacDay è diventato con il tempo anche una occasione per farsi conoscere, e tutti più o meno ne hanno approfittato, in fin dei conti i raduni servono anche a questo.

Quest'anno il MacDay ha visto due nuovi fenomeni: il totale disinteresse di alcuni siti web italiani tra i più importanti e la mancata partecipazione di gruppi di appassionati solitamente tra i primi a movimentare queste occasioni.

Sui siti web mi sono già espresso in passato e sono ancora della stessa idea: quando si comincia a pensare più ai propri orticelli ed ai propri tornaconti le manifestazioni come il MacDay si sfruttano finché servono, quando hanno esaurito il loro scopo si snobbano perché ci sono "cose più importanti" da fare e da portare avanti.
Idem per i gruppi ed i club: ho notato l'assenza di decine di persone che, fino all'anno scorso, addirittura movimentavano il MORe con la loro esuberanza ed allegria. Capisco che molti possano avere avuto altri impegni, ma una diserzione di massa di questo genere mi lascia perplesso.

Pazienza, a mio avviso chi ci rimette è proprio chi snobba, perchè ottiene l'unico risultato di alzare il recinto del proprio orticello, isolandosi dal resto della comunità, ed ho scoperto che è un'impressione che non ho solo io.
Mi sembra di capire che il Mac-evangelismo oggi si misuri in grandezza delle melanzane, invece che nell'offrire agli utenti Mac, specie a quelli nuovi, una possibilità di dialogo e di confronto, di divertimento.

Il MacDay è una risorsa consolidata e preziosa, in cui si può leggere la storia di buona parte della comunità Mac italiana, è un pezzo del nostro "pensare differente" come le BBS Mac, le pizzate ed i raduni per cui si faceva la spola tra i capoluoghi italiani, per ritrovarsi in qualche decina di persone.

Il MacDay è il punto di riferimento radicato nel tempo per i Mac-lover italiani, chi decide che si può fare di meglio o di diverso, e per questo gli nega il suo appoggio arrivando addirittura a snobbarlo, ottiene l'unico scopo di frammentare una comunità importante.
Non è Mac-evangelismo, e nemmeno "pensare differente".
E' solo "farsi gli orticelli propri", a dispetto della comunità che gli ha permesso di crescere, o che si vuole spremere in qualche modo...

Home - MacDay - Eventi - Prove - Links - Promac

2001-2002 WebDesign by: Virtualsense