4Sblocco iPhone
 4Giochi Feral
 4BTmouseJR
 4BlueTooth
 4EyeTV
 4Momobay CX-2
 4MacReport
 4iBook
 4Masterizzatore LaCie
  4MaxFaces
  4Intuos
  4Intellimouse
  4iMac DV
  4Mac&Cell
  4DVD Codefree
  4PB Lombard
  4ORB 2.2GB

 

20 Settembre 2004  Prova mouse BTmouseJR della Macally
Prova di Stefano Stefani

E' possibile ingrandire le immagini cliccandoci sopra

Dopo tanto cercare ho finalmente trovato il mouse che mi soddisfa perfettamente da usare in abbinamento al mio PowerBook G4 17, è il BTmouseJR della Macally.

Dove BT sta per BlueTooth, tecnologia più usata nell'ambito dei cellulari, ma che - come Apple ci ha dimostrato - si può usare anche per collegare mouse e tastiere al Mac senza l'ingombro di scomodi fili.
Mentre JR sta per Junior viste le ridotte dimensioni (ma non minuscole come quelle del BT-500 della RadTech) da cui ero stato in un primo tempo fortemente tentato ma che sia per le veramente piccole dimensioni, ma soprattutto perché prodotto solo in due colori blu e bianco, quest'ultimo perfetto per gli iBook , ma che mal si abbinava al grigio dei PowerBook di Apple, mi aveva sempre fermanto dall'acquisto.

  Confezione

Il mouse viene venduto nella classica confezione blister in plastica trasparente al cui interno troviamo solo il mouse, le due pile mini-stilo AA che servono per il funzionamento e ad uno smilzo manuale (ma tanto gli utenti Mac di solito sono refrattari ai manuali ) in varie lingue, tra cui anche l'Italiano.

Non c'è nessun CD con i driver perché non necessarii, visto che Mac OS X riconosce perfettamente i due tasti oltre alla rotella e al click da rotella.
Particolarità molto comoda per aprire in Safari una pagina web in un nuovo tab.

La velocità del cursore sullo schermo, quella di scrolling della rotella e quella del doppio click dei tasti del mouse si configurano direttamente dal pannello di controllo "Tastiera & Mouse" dalle preferenze di sistema.


 

  Prova

Il mouse si collega al Mac tramite la tecnologia senza fili BlueTooth che promette un raggio di azione di 10 metri e come potete vedere dalle immagini allegate (basta farci un click sopra per ingrandirle) esteticamente è in un bellissimo grigio metallizzato, colore che si integra perfettamente con l'alluminio della nuova linea di PowerBook.

E' dotato di due pulsati e rotella cliccabile perfettamente funzionante senza bisogno di nessun driver sotto Mac OS X.
La rotella è in una gomma semi trasparente che si illumina di blu solo quando si fà il pairing con il Mac ma non mentre lo si usa.
Cosa che sarebbe stata carina dal punto di vista estetico, ma che avrebbe contribuito a fare durare molto meno le batterie.


Sotto il mouse non è presente nessun interuttore di accensione/spegnimento visto che va in sleep in automatico quando non usato per un certo periodo.
C'è solo un piccolo pulsantino marcato "Connect" che serve nel caso il Mac non riuscisse più a riconoscerlo.

Il mouse è alimentato come detto da due normalissime pile mini-stilo AA che si inseriscono nella parte superiore che scorre verso il basso per accedere all''alloggiamento.
Non so ancora per quanto possano durare, io lo sto usando da solo una settimana.
Peccato non venga riconoscituto dalla pannello BlueTooth delle preferenze di sistema e che per i mouse Apple mostra la carica delle batterie.

  Conclusioni

In conclusione un ottimo acquisto visto che per poco meno di 60 euro si ha un ottimo mause ottico, con due tasti, rotella, collegabile senza fili tramite BlueTooth e con una estetica in perfetto stile PowerBook Apple.

Home - MacDay - Eventi - Prove - Links - Promac

2001-2002 WebDesign by: Virtualsense